Post bifasico

Prima una doverosa precisazione: l’armadio non lo hanno montato solo la Ly e B-Chan perchè in soccorso sono giunti anche mia mamma e mio suocero (contenta Mamy????).

E ora la prima parte di questo post bifasico:

Oggi ho usato la bicicletta di un mio collega per andare a fare una commisione per l’ufficio. Io DETESTO andare in bici ed era almeno 4 anni che non ne usavo una. Ed ecco, solo per voi, una mini lista dei motivi più che validi per non salire sull’aggeggio infernale:

  • Per ben 2 volte in 15 minuti un’auto a cercato di spalmarmi sull’asfalto. Rischio mortalità altissimo.
  • Tutti i moscerini della via Emilia si sono spiaccicati dentro i miei occhietti. Rischio di ruzzolamento o di colaggio trucco medio alto.
  • I mie pantaloni hanno un’insana attrazione per le pedivelle. Probabilità della traettoria pantaloni-pattume medio alta.
  • Alcuni ciclisti sono spericolati, quasi peggio degli automobilisti del lunedì mattina. Probabilità d’imprecazioni alta.
  • Notevole mal di chiappe una volta terminata la missione. Probabilità camminata da scaricatore di porto 100%.

Ultima parte del post bifasico:

Quando una persona vuole molto una cosa. La vuole tantissimo. E’ normale che spiaccichi i sentimenti delle persone che fino ad un secondo prima erano quelle che considerava le più vicine ed importanti?

Non è successo niente a me personalmente ma in due giorni ho sentito due storie molti tristi e mi si è accesa questa lampadina. Voglio dire, ci sono tantissime cose che vorrei a questo mondo e una buona parte di queste le voglio così tanto che sono il mio primo pensiero al mattino e l’ultimo prima di dormire. Ma non mi sognerei mai di calpestare una persona a cui voglio veramente bene sia questa un famigliare o un Amico. Strana la gente…

10 comments to Post bifasico

  • violaapril  says:

    ciao, passavo di qui, spero non dia fastidio se rispondo all’ultima parte del tuo post:

    è un pensiero che ho spesso anch’io, perchè a me è capitato abbastanza da vicino invece.

    ci sono persone che hanno zero sensibilità purtroppo, guardano solo i loro interessi… è per questo che a volte il mondo fa schifo! non si rispettano neppure le amicizie.

    buona notte 🙂

  • Valberici  says:

    La bici è stata inventata dal demonio…è risaputo 😀

    E riguardo alla seconda parte…beh, mi pare evidente che non volevano veramente bene a quelle persone.

    Mi viene in mente Giulietta e Romeo…all’ inizio sembra che Romeo sia follemente innamorato della bella Rosalina…ma appena vede Giulietta riamane “folgorato” e tutti capiscono che quello di prima era solo un atteggiarsi, un infatuazione…mentre il vero amore… 😉

  • utente anonimo  says:

    Ciao, sappiamo benissimo tutte e due che cosa si prova a essere calpestati da certe persone. Vero????Mamy

  • utente anonimo  says:

    odio andare in bici..

    sono anni che non salgo sopra ad una, dato che le ultime due volte ho rischiato di andare sotto ad una macchina :p

    babi

  • utente anonimo  says:

    bene, adesso arrivo io che…. appena posso VADO IN BICI, e andarci mi infonde un senso di liberazione esagerato, soprattutto se la giornata è caratterizzata da un lieve venticello simil-primaverile, che scuote appena le fogie degli alberi. mi piace sentire i profumi intorno a me, di camini accesi o di paste fresce passando vicino ai bar la mattina; mi piace sfrecciare intorno alla gente… ma forse è perchè in bici mi muovo specialmente vicino a casa ( e tu sai cosa vuol dire) lungi dal rumoroso traffico cittadino e dalla puzza dei gas di scarico!!!!!

    la bicicletta poi fa bene alla circolazione, scarica lo stress e …. forse previene la cellulite!!! il male al fondoschiena è dovuto alla inattività, a me non è mai venuto e non è che sia molto atletica o magra, è questione di abitudine 🙂

    pensaci 🙂 ricorda che poi fa bene all’ambiente, oggi come oggi :)))

  • utente anonimo  says:

    ^ sono sempre micchan che

    | scorda di firmarsi !

    |

  • harlene  says:

    Sinceramente non mi è mai capitata una cosa così seria come la descrivi tu alla fine del post…ma piccole calpestature (si dirà???) sì e fa male. Soprattutto se chi ti calpesta è qualcuno da cui non te lo saresti mai aspettata. Purtroppo a volte va così…ma credo nel fatto che prima o poi i calpestatori saranno a loro volta calpestati…è una ruota che gira.

    Bacio

    Ely

    ps: complimenti alla mamma e al suocero per l’aiuto 🙂

  • Lypsak  says:

    fase 1: La bici è splendida, magari è la via Emilia che è poco indicata!!! 😀

    fase 2: Cose sgradevoli e deludenti come queste succedono molto più spesso di quanto non si pensi… ahimé.

  • MJS85  says:

    Se ti vedo in bici ti prometto che non ti metto sotto..scherzo

    Cmq per la seconda parte, si purtroppo è vero ci sono persone che per raggiungere i loro obiettivi usano le persone , anche le più vicine come dei semplici numeri, triste ma vero.

    Ciao

  • Lysa206  says:

    @violaapril: Benvenuta nella mia gabbia di matti! 🙂 Io non mi capacito di come possa accadere. A un chè di non umano,

    @Valberici: mi citi Shakespeare e ti do ragione senza neanche leggere!! :-))

    @Mamy: no, io sono stata messa da parte non rullata su…

    babi: vedi? è pericoloso!!! Come dice Valberici è opera del demonio!

    @micchan: preferisco di gran lunga l’alternativa ovvero vado a piedi!!!!!

    @Ely: come si dice di solito “chi semina vento raccoglierà tempesta”? D’accordissimo.

    @Lypsak: sinceramente preferisco andare a piedi. Una bella camminata. Per la seconda parte, come ho scritto prima ha un che di disumano.

    @MJS85: non mi metterai sotto perchè passerà una vita prima di usarne un’altra!!! :-))

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>