Nostalgia

Oggi sono andata a dare una mano a mia mamma che è bloccata con la schiena. Io e il mio fratellino siamo diventati due carpentieri nel cercare di attaccare una striscia di carta catramata su una fessura che fa entrare l’acqua in garage. L’appartamento sopra a quello di mia mamma è quello in cui abbiamo vissuto per quasi dieci anni. La portafinestra della terrazza è quella della camera che era mia e di Ancy. Mi è sembrata così piccola. Ok, allora Ancy non era alto come ora ma mi sembra incredibile di aver fatto così tante cose in una stanza così piccola. Il mio tappetone a fiori su cui facevo i compiti e disegnavo. Lo stesso su cui facevo finta di essere "Hilary" con due clavette create da me. La stanza dove ho avuto il mio primo attacco allergico all’aspirina. La stanza teatro di tante litigate con Andrea. Il posto dove ascoltavo musica e traducevo testi.

In questo momento dietro di me ho parte dell’arredamento di quella camera. Un pezzo dell’armadio a ponte sotto il quale dormivo. L’altra parte è nell’attuale camera di mio fratello. Il mio scendiletto con le rose è nell’andito di mia mamma. Sto scrivendo in maniera confusa. Quello che voglio dire, porca paletta, è che in fondo mi è dispiaciuto lasciare quella casa. Mi è dispiaciuto da morire soprattutto quando, neanche un anno e mezzo dopo il trasloco, abbiamo dovuto lasciare la casa di Novellara perchè mio padre è impazzito tutto di un colpo. Un giorno mi piacerebbe tornare ad abitarci (nell’appartamento eh? Mica nella casa di Novellara)

Ah, con la "scusa" del mal di schiena, la mamma ci ha fatto spostare un divano da un quintale e mezzo e mi ha fatto fare un giro sul tetto del garage per togliere dei pezzi di catrame lasciati da mio zio. Zio, se leggi qui, sappi che il prossimo passo è portare in discarica TUTTA la roba che hai lasciato in garage più di un anno e mezzo fa e che prometti portar via ogni volta, uomo avvisato…

Tags:  , , ,

11 comments to Nostalgia

  • utente anonimo  says:

    la propria camera è sempre la stanza migliore della casa…non la vorrei mai lasciare!

    babi

  • utente anonimo  says:

    ma allora abitavi a novellara! ma in che zona??!!!

  • utente anonimo  says:

    sono micchan, ricordi? quella di Novellara che ha conoscuto Licia Troisi, legge i suoi libri e segue il blog di Ninna 🙂

  • Lysa206  says:

    Micchan!! Certo che mi ricordo, abitavo in Strada Boschi, una laterale della provinciale verso RE.

  • Lysa206  says:

    @Babi: verissimooo! Ora però la mia camera preferita è il mio studio! OPS! volevo dire lo studio mio e di B-Chan…

  • utente anonimo  says:

    capito! bella come zona, un po’ scomoda al centro, però x i giri in bicicletta è ideale 🙂 certo ke a Fabbrico c’è il pasticcere migliore della provincia (hai intuito vero?) e anke se ha alzato i prezzi, il primato delle paste delle 3 rimane suo 🙂

  • Lysa206  says:

    @Micchan: il paese è piccolo ma le paste super buone!! Anche la pizzette del forno in centro sono buonissime!! Yum che fame…

  • utente anonimo  says:

    paste?!?!?

    mmm..verrò a fare un giro a fabbrico…..

    babi

  • Lysa206  says:

    @Babi: le migliori di tutta la bassa. Ma solo a notte fonda!

  • utente anonimo  says:

    Hai definito teatro una parte della tua casa che in effetti è stata tutta il “teatro della tua vita” per 10 anni. Sfrugugliando dietro ogni porta di ogni casa, un “drammaturgo”, avrebbe materiale per scrivere 24 ore su 24.

    Garage confinante …

  • Lysa206  says:

    @Garage confinante: Vero! :-))

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>