E tu donna…

Attenzione: questo post è rivolto principalmente ad un pubblico femminile. Ma se sei un ometto, vivi con una donzella e/o hai una fidanzata. Bhè, non ti farà male leggere.

E Dio disse: “Tu donna! Pagherai con il sangue! …ma in comode rate mensili!”
Quante di voi sentendo questa battuta sul peccato originale hanno pensato “Ma vaff…!”? Tante credo. Le mestruazioni, ciclo, giorni della luna o come volete chiamarlo è una avvenimento che tocca molto da vicino noi tutte. Dura anni ed oltre ad uno sconvolgimento ormonale degno di uno tsunami ed a dolori più o meno forti (vi scrivo con due Antalgil in corpo…) porta con se il problema assorbenti. Non so voi, ma fin dal mio primo ciclo non mi sono stati simpatici. Alti, scomodi, non stavano mai fermi e dovevo stare attenta a cosa mi mettevo e come mi muovevo. Con gli anni gli assorbenti sono migliorati, sono più sottili, hanno le ali, sono profumati, hanno le barriere anti fuoriuscita e altro ancora. In ogni caso sono scomodi. Specialmente d’estate che fa molto caldo e i tessuti sono più leggeri. Non solo. Pensate a tutte le volte che ci siamo chieste ” si vede?” o “mi sono sporcata?”. Al rifornimento in borsa o in ufficio e alle corse delle offerte dei supermercati. E sto citando solo i problemi pratici\ estetici e non quelli alla sfera salute. Insomma utili ma scomodi. Personalmente il mio flusso è versione esondazione del Nilo sempre per stare sullo storico/mitologico. Un assorbente da notte ogni due ore e mezzo circa. Praticamente passavo una settimana in bagno. Passavo, esatto.

Gironzolando per la rete, ho trovato una room su Friendfeed sull’argomento e mi sono letta i vari thread. Un universo di assorbenti lavabili e coppette si è aperto davanti a me. L’assorbente lavabile lo trovo poco pratico specialmente per una come me che è fuori casa 12 ore al giorno e mi sono dedicata alle info sulle coppette. Alla fine ho acquistato online una mooncup. Ecco, non fate le schifitose! Per me conoscere e sapere come funziona il proprio corpo è fondamentale. Mi ricordo ancora la bimba isterica di 10 anni in colonia che non si voleva tagliare le unghie da sola perché che schifo. O le urla della ragazza dal ginecologo per la prescrizione di ovuli antibiotici (ed ero in sala d’attesa!). Se ognuno di noi avesse più confidenza con il proprio corpo e fosse a conoscenza di come funziona, secondo me si risparmierebbero diverse brutte situazioni. Ma sto divagando. Dicevo, la Mooncup non è altro che una coppetta in silicone morbido, disponibile in diverse misure, per raccogliere il flusso internamente. La metti, la svuoti, la risciacqui, se possibile, e la rimetti. È più difficile scriverlo che farlo. Quando la metti, utilizzi il metodo indicato nelle istruzioni che preferisci, sai che è inserita bene perché fa il suono del “vuoto”. Sai che funziona perché man mano che si riempie escono delle minuscole bollicine di aria (niente rumore, solo la sensazione), sai che è piena perché ne avverti il peso. Per cambiarla basta schiacciare la base, il “vuoto” viene meno e la coppetta scende. Si svuota nel wc, si sciacqua, sempre se possibile, e si inserisce nuovamente. Vi assicuro che anche senza risciacquo è fattibile. No, niente spargimento di sangue! Il flusso esce dalla cervice dentro la coppetta e nel tempo del cambio non si sporca la cavità vaginale. Fortunatamente, in Italia, il bidet esiste in quasi tutti gli uffici ed è veramente semplice l’operazione. Inoltre, la coppetta non impedisce il normale svolgimento delle altre funzioni come ad esempio fare la pipì.

I vantaggi sono tanti. Niente roba strana tra le gambe se non un salvaslip, nessun odore, niente sensazione di bagnato, niente allergie o arrossamenti. Niente scorte in borsa o in ufficio. Posso mettermi quello che voglio, posso fare quello che voglio, anche andare in piscina. Posso dormire tranquilla senza paura che l’assorbente si sposti. Non devo portarmi in giro per casa l’asciugamano per paura di sporcare il divano, la sedia o il letto. Rispetto agli assorbenti interni, non c’è sfregamento perché il silicone scivola e non assorbe il flusso ma lo raccoglie (avete presente la sensazione di aridità dopo il cambio di un tampone?). NON inquino, perché rispetto agli assorbenti usa e getta, non produco pattume. RISPARMIO perché per una coppetta ho speso 36,50 euro (marca “Mooncup” ma ne esistono anche altre) con le spese di spedizione e dura 10 anni e tenete presente che questo è il costo in Italia mentre all’estero il costo è minore!  Insomma, se non fosse per i dolori e i crampi neanche me ne accorgerei.
Ovviamente ha dei contro. Ad esempio, non credo sia adatta alle ragazzine fin dal primo ciclo specialmente perché negli ultimi anni l’età si è abbassata. È anche vero che ad oggi una ragazzina di 14 anni è avanti anni luce rispetto ad una me stessa adolescente e ha fatto esperienze che io nemmeno a venti ma a 10/11 anni è davvero troppo presto.
Non l’ho scritto precedentemente ma è ovvio che una normale pratica igenica come lavarsi le mani prima e dopo è assolutamente necessaria. A volte do per scontato alcuni comportamenti base…

A mio parere ci sono due grandi punti che non permettono di ampliare l’uso delle coppette. È difficile trovare le coppette dal vivo, io stessa le ho cercate nelle farmacie della zona e ho dovuto comprarla online. Non tutte sono nell’ottica di comprare un oggetto dopo averlo visto in una foto su un sito se prima non l’hanno visto dal vero. Ancor di più per prodotti di questo tipo.
Il secondo, ed è il punto più difficile, è la mentalità. L’idea che un procedimento così sia “sporco”, “peccaminoso”, “schifoso”. Io vi suggerisco di provare perché è davvero un altro mondo. Ribadisco, se non fosse per i dolori allucinanti quasi non me ne accorgerei.

Ah, e a proposito. Con il mio ciclo da “esondazione” cambio la coppetta solo TRE volte al giorno per i primi 3 giorni e poi solo due volte.

Alcuni link utili:

Coppette su Google
Video sulle coppette
Sito da dove ho acquistato la Mooncup

5 comments to E tu donna…

  • Babi  says:

    La rivoluzioneeee!!
    addio maledetta irritazione!!
    ;D

  • Valberici  says:

    Ma è davvero una trovata geniale, che io apprezzo soprattutto dal punto di vista ambientale, ma posso immaginare che sia per voi donne una vera rivoluzione in fatto di comodità. 🙂

  • Ly  says:

    @Babi: davvero! Io sto facendo il secondo giro e sono entusiasta!

  • Ly  says:

    @Val: devo dire che la parte ambientale è stata la ciliegia sulla torta. Comoda, facile e pure ecologica!

  • […] possa beneficiare di un miglioramento. Nel mio piccolo, penso che con il riuso e il riciclo, la Mooncup e l’avvicinarsi alla bio-ecosmesi qualche passettino lo sto già facendo ma posso migliorare […]

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>