Home sweet home

Rieccomi!!! Il giorno dopo il rientro ci sono un milione di cose da fare (tipo 200 lavatrici…) perciò vi lascio con quello che ho scritto mentre ero in vacanza! A presto!

10 Agosto 2008
 
Sono seduta sulla dinette del camper dopo il primo giorno di ferie. Arrivare qui è stato un incubo. Code su code. Prima in Italia con l’autostrada A4 mezza chiusa a causa di quel terribile incidente. Poi alla barriera di Venezia, quella di Mestre e per ultima l’interminabile coda tra Slovenia e Croazia. Quasi due ore per poco meno di 20 km. La maggior parte fatti in salita. Il camper non è stato molto contento ma si è comportato bene. Ieri sera eravamo distrutti e neanche alle 22 eravamo nella mansarda a dormire. La cosa positiva è che alle 9 di questa mattina eravamo già a fare colazione. Il posto è bello. Abbiamo preso una piazzola che è più grande del nostro appartamento ed è fronte mare. Mi piace molto avere come sottofondo il rumore delle onde.
 
Passata la stanchezza del viaggio, ho passato la giornata in veranda a leggere. Ho sbafato tutte le 503 pagine che mi mancavano alla fine della “Lama di Fuoco”. Ero in bermuda e canotta e ovviamente ora ho una mezza abbronzatura da ciclista….sorvoliamo.
 
Seduta qui con B-Chan che suona la chitarra mentre va il cd di Ligabue, mi sento finalmente in ferie. Cervello staccato, criceti in ferie (forse uno potevo tenerlo almeno a mezzo servizio dato che sto creando neologismi ogni ora…), niente reggiseno, niente make-up, niente dieta, niente pensieri negativi. Solo un giorno mi è stato sufficiente per trovarmi in questo nuovo status dove ho il tempo di respirare e permettermi di poter fare niente senza sentirmi in colpa. Lo vedete vero il sorriso da ebete che va da un orecchio all’altro? J
 
Neologismo del giorno (created by Ly): pancarrella ovvero pan carrè con nutella.

11 Agosto 2008
 
L’evento più bello del giorno è accaduto mentre leggevo. Saranno state le 11 circa, io e il bambino tedesco della piazzola quasi di fonte a noi, eravamo immersi nella lettura di un libro. Molti credono che leggere sia come isolarsi e in un certo senso hanno ragione. Ma chi legge, non lo fa perché ha paura di affrontare un posto nuovo o gente nuova (come afferma la nuova vicina facassaballe). Lo fa perché gli piace, perché ne trae un tale stato di benessere che il resto passa in secondo piano. Fatto sta che io stavo leggendo il mio libro e lui il suo. Ad un certo punto ci siamo messi a ridere all’unisono. Abbiamo alzato lo sguardo, ci siamo trovati, ci siamo sorrisi e poi siamo tornati dentro il nostro mondo. In quel preciso istante in cui i nostri sguardi si sono incrociati, abbiamo creato un legame. Era come dire “Wow, non è fantastico come alcune parole scritte su carta bianca ci facciano ridere di gusto?”.
 
La parte deludente della giornata è stata finire “Il labirinto del tempo” di Fermine e accorgermi che non mi è piaciuto. Scritto sempre divinamente, ricco in ogni sfumatura ma…la storia faceva schifo. Oh bhè, credo che un libro deludente su tutti quelli che ha scritto fino ad oggi glielo posso permettere. Come sono magnanima…
 
Ho fatto il primo bagno in mare e a parte la pseudo spiaggia sassosa l’acqua è limpida e fresca.
Il sole del pomeriggio ha cominciato a togliere alla mia pelle la sfumatura grigio verdastra dell’inverno e a ravvivare le mie lentiggini che piacciono tanto a B-Chan.
 
La frase del giorno (by Ly): hai messo il frigo nel latte?

12 Agosto 2008
 
Serata di stelle cadenti.
Con il naso all’insù, arrotolata nello sdraio e avvolta in una gigantesca maglietta per scaldare mani e piedi, ho ripensato a tante cose.
B-Chan pazientemente ascoltava mentre gli raccontavo che da piccola ero seriamente convinta che fossero le stelle a cadere e di come mi mettevo a fissarne cinque o sei in attesa che precipitassero. Anni dopo la verità sullo strano fenomeno mi ha tolto una delle mie grandi preoccupazioni. Pensavo sempre a come sarebbe stato terribile se una delle stelle dell’orsa maggiore fosse caduta…
 
Ho cominciato far discorsi più o meno seri sulle stelle e la loro luce, sulla materia, sull’universo per poi mettermi zitta zitta (finalmente!) alla ricerca di un quadretto di manto blu da osservare.
 
Mi è venuto in mente quando, un’estate, ho passato tutta la notte a cercare stelle per esprimere lo stesso desiderio sicura che, espresso più volte, si avverasse velocemente. Il desiderio era più o meno “fa che il papà trovi un lavoro migliore”. Buffo come a volte i figli, benché pieni di desideri e speranze, quando rivolgono le preghiere al cielo rivoltano la classifica e mettano al primo posto il bene dei genitori.
 
Ho pensato anche che quando il mio tempo sarà finito mi piacerebbe starmene là in alto, ad osservare il mondo.
Il cielo è immensamente bello. Ho affidato i miei desideri all’universo sperando che si ricordi di me e mi aiuti ad avverarli.
 
 
Canzone del giorno (by Ly): Stella stellina la notte si avvicina, il bue, l’asinello, la pecora e l’agnello…poi non me la ricordo più…

13 Agosto 2008
 
Sono stata tutto il giorno in Africa e in Egitto. Il nuovo libro di Wilburn Smith mi ha inglobato tra le sue pagine. Che dire? Bellissimo come sempre.
 
Gioco del giorno: Chiamare Fabry Nobile B-Chan o Venerabile B-Chan

14 Agosto 2008
 
Finite le avventure del Mago Taita in Egitto, nelle ore che solitamente si dedicano alla pennichella pomeridiana mi sono letta “I Dannati di Malva”. Bel libro, anche se forse il finale era un po’ scontato.
Verso le 15:30 siamo andati in spiaggia. Il mare oggi era particolarmente limpido. B-Chan si è dato, come sempre, allo snorkeling e io l’ho seguito appoggiata al mio cuscino gonfiabile. Non ho particolare voglia di esplorare il mare di queste coste. Sono poco abitate e per nulla colorate. Il fatto di non avere la sabbia poi non mi permette di godere appieno della “spiaggia” ma l’acqua è limpida e fresca perciò non mi lamento (troppo).
 
Oggi è stata anche la giornata della prima pennichella al sole e finalmente comincio a prendere un colorito leggermente dorato (non esageriamo eh?).
 
B-Chan riuscirebbe ad attaccar bottone con un sasso. Io non ho questa capacità e perciò non posso dire di aver ampliato le mie conoscenze al di là di cordiali saluti di buon vicinato e qualche sorriso distribuito qua e là.
 
Quesito del giorno (by Ly): Perché il nomignolo dei gatti è micio? (In questi giorni mi manca molto Wikipedia)

15 Agosto 2008
 
Non ho mai fatto un ferragosto in campeggio con il sole e questo non fa eccezione.
I fulmini che calano a picco sul mare sono spettacolari ma anche un po’ paurosi.
Guardo i tizi in acqua e penso che sono scemi. Non ho altre spiegazioni. Un fulmine e il conseguente vicinissimo suono del tuono li fanno scappare a riva.
Persuasione è il libro del giorno. Non credo che esista nessun autore o autrice come la Austen capace di descrivere i sentimenti dei personaggi così bene.
 
Gioco del giorno: usare il verbo persuadere in ogni occasione con buona pace di B-Chan.

16 Agosto 2008
 
Anche questa giornata comincia con il ticchettio della pioggia sul tetto del camper. Giganteschi cavalloni in mare mi tengono per una buona mezz’ora impegnata sulla dinette vicino alla finestra che da sul mare mentre guardo due grasse signore che se la ridono a farsi portare via dalle onde. Da casa, notizie su trombe d’aria in tutto il nord Italia.
 
B-Chan è di pessimo umore, come ieri del resto. Non gli piace la pioggia, il temporale, fulmini, tuoni ma soprattutto il restare in camper tutto il tempo preoccupandosi del tendalino, delle sedie e di tutta l’attrezzatura.
 
Verso l’una uno sprazzo di sole ci permette di sistemare il piccolo caos per nulla organizzato. Pulisco il bagno, la cucina, faccio scuotere i tappetini, porto via il pattume e vado a lavare i piatti mentre Fabry tira fuori tavolo e sedie, le pulisce, le asciuga e le ripone di nuovo via.
 
Pomeriggio dedicato alla lettura di “La ragazza Drago”. Sono rimasta stupita di non trovare nessuna citazione dei Muse all’inizio. La trama e il modo di scrivere è diverso. Forse più da ragazzi rispetto agli altri della saga del Mondo Emerso ma nel complesso mi è piaciuto.
 
Mi rimangono solo due libri da leggere e ho ancora 5\6 giorni di vacanza davanti…come farò?
Adesso carico la MIA musica sul lettore mp3 e poi domani, sempre che non si congeli, mi metterò a crogiolarmi al sole con le cuffie. In camper vige la dittatura B-Chanesca che mi proibisce di ascoltare i Tokio Hotel….
 
Scemata del giorno (sempre by Ly) : esultare con applausi, hola, standing ovation, cori e quant’altro per aver vinto una partita a Machiavelli.

17 Agosto 2008
 
Il vento di questa notte ci ha portato musica. Della peggior specie. Dalle 23 alle 7 di questa mattina si sentiva solo TUNZ TUNZ TUNZ e TUNZ. Abbiamo dormicchiato fino alle 9 mezza e poi abbiamo portato i nostri faccini stanchissimi a fare colazione.
 
Questo pomeriggio abbiamo nuotato fino all’altra riva. Mica siamo arrivati in Italia eh? (battutona delle 19 e 26). L’insenatura della pseudo spiaggia è molto carina. B-Chan è andato avanti con pinne e maschera e io l’ho inseguito appoggiata al mio cuscinetto gonfiabile. Per un po’ ho nuotato io, per un po’ mi ha spinto lui ed è stato divertentissimo. Ogni tanto mi lasciava per tuffarsi giù a 3\4 metri e poi tornava a riprendermi. Ora ho malissimo ai polpacci ma ne è valsa la pena!
 
Tornati a riva, ho fatto delle belle foto a dei simpatici granchietti che si crogiolavano al sole. Adoro i miei simili. Sono così carini! (del resto anche io….).
 
Per concludere degnamente la giornata, stasera ci sbaferemo un piatto di spaghetti alla carbonara. Appena ovviamente B-Chan decide di preparali ma dato che è immerso in una sessione musicale in compagna del cd sei Bermuda acostic trio, credo ci vorrà almeno ancora un’oretta.
 
Frase del giorno (by B-Chan): questa mattina andiamo dove ci sono gli scogli spenti? (voleva dire all’ombra…)

18 Agosto 2008
 
Primi segni di risveglio di un criceto. Ho mandato un sms in ufficio per sentire come va. Nulla di nuovo. Come si dice “no news, good news”. Non credo funzi sempre così ma per ora m’illudo che lo sia.
 
Oggi Ancy ha cominciato gli allenamenti con la A2. La giornata è cominciata già con qualche difficoltà dato che si siamo sentiti prima delle 10.
Nonostante le numerose proposte giunte da delle squadre di B1, pare che la pallacanestro reggiana sia intenzionata a tenerlo tra i 10\12 della A2. A me preme che giochi. Non ha senso passare un anno in A2 in panca mentre potresti essere nel quintetto base di una B1. Right?
 
Fra una ventina di minuti finirà il primo allenamento e, dopo la consueta doccia, mi dovrebbe fare uno squillo. Ho lo stomaco già aggrovigliato.
 
Oggi ho finito il penultimo libro a mia disposizione. Folgorante! Questo signore americano, James Patterson, scrive proprio come scrivo io o meglio come potrei scrivere io.
Ci sono un sacco di tre puntini, evocazione di suoni del tipo TA DA!!, parlottamenti con la propria coscienza, i personaggi sono sarcastici al punto giusto e usano spesso parole che sono intrinseche nel mio linguaggio. Sono rimasta folgorata quando, all’inizio del capitolo 96, è stata citata una delle mie frasi preferite (da Calvin & Hobbes) ovvero “Se la vita ti offre limoni, prepara una limonata”. Quando torno a casa, devo assolutamente procurami gli altri libri di questo autore.
 
E ora? Cioè, cosa leggo? Mi rimane solo il libro sugli uomini da marte e le donne da venere ma lo ha incominciato B-Chan, DOVEVA leggere “Il Dio del fiume” e invece si è impossessato di un mio libro…ora lo morsico.
 
Gioco del giorno: indovinare da quanti secoli B-Chan non pulisce il portatile. Caspita, oltre a non vedere un h sullo schermo quando pigio i tasti viene fuori una nuvoletta di polvere stile la polvere dei secoli PUFF!
  
19 Agosto 2008
  
Adoro i granchietti! Simpatici esserini! Oggi pomeriggio mi sono dedicata a fare una sessione fotografica a tutti i granchietti che giravano per gli scogli della spiaggia. I timidoni si imboscavano non appena mi avvicinavo ma io, esserino intelligente, mi sono appostata sopra il loro scoglio e gli ho fotografati.
 
Giornata di non buonissime notizie da casa. Ancy si sta innervosendo per la situazione sportiva e, parola di sorella maggiore, se questo pulcino s’incaxxa sono guai.
 
Oggi ci hanno raggiunto i miei suoceri con i quali trascorreremo qualche giorno poi noi torneremo a casa e loro faranno un giro qui in Croazia. Hanno portato i riforinimenti così stasera CAMOSCIO D’ORO!!!!! Alè!!!!!!!!!!
 
And now, visto che le cose in camper si fanno strette. Sbarcco la postazione informatica.
 
Suggerimento della giornata: Niente sambuca prima di andare a letto. I sogni si complicano troppo…
 
20 Agosto 2008
 
Ultimo giorno di mare. Domani dopo pranzo si torna a casa.
Al momento sono un po’ inversa perciò non sono molto nel mood giusto per scrivere.
 
Ho fatto l’ultimo bagno, preso l’ultimo sole, mangiato una super frittura di calamari e a breve faremo l’ultima partita a carte delle stagione.
 
Vacanze finite. Quando sarò a casa farò un resumé. Come detto sopra, sono troppo inversa ora. Finirei per non essere obbiettiva, non che generalmente lo sia…
 
Post-it del giorno: ricordarsi di chiudere il coperchio del mare (Vedi l’omonimo libro di Banana Yoshimoto).
 

 
 

Tags:  ,

5 comments to Home sweet home

  • Valberici  says:

    Ma…ma…ma come?!

    Le stelle non cadono?

    Ommioddio che delusione 🙁

    p.s.: a parte gli scherzi direi che hai fatto un ottima vacanza…a parte l’ascolto dei Tokio Hotel… 😛

  • Lysa206  says:

    Valberici: lo so, è sconvolgente…non cadono!!! :-))))

    Purtroppo, i Tokio Hotel li ho ascoltati solo un pomeriggio nella pseudo-spiaggia e in auto al ritorno…

  • harlene  says:

    Oooookay, letto tutto!!!!!

    Resoconto aggiornatissimo, non c’è che dire!

    Hai dimenticato solo una cosa: com’era la situazione abbronzatura alla fine della vacanza?!

    Eheheheh!

    Ciao

    Ely 🙂

  • harlene  says:

    ps: mi piace troppo la foto con metà faccia tua e metà faccia del libro, ahahahahahahahah!

  • Lysa206  says:

    Ely: l’abbronzatura credo sia la migliore mai riuscita in tutta la mia vita. Non credo di essere mai stata così scura!

    La foto piace molto anche a me! B-Chan ha avuto proprio una bella idea!

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>