Perplessata mode:on

Quando ho bisogno di scrivere c’è poco da fare. Non riesco ad aspettare la sera.  Così mi metto davanti al pc, con il mio the bollente e un pacchetto di cracker e parto in quarta. Lettera per lettera le parole prendono forma e più scrivo e più la mia testa diventa leggera. Scrivo di getto, poi rileggo tutto correndo gli errori di digitazione. Non sono abbastanza veloce. I miei pensieri corrono. Mettere nero su bianco (o blu come preferisco io) quello che mi passa per la testa mi aiuta a pensare e ponderare con lucidità. Mi sembra un approccio più razionale e meno impulsivo. E ai cancerini impulsivi come me fa bene ogni tanto razionalizzare. Non sempre, ma ogni tanto si.

Il tormento del giorno sono un sacco di pare mentali che mi faccio da sola. Come disse la mia amica Anna P, ci vorrebbe un oscar per i film mentali. Io ne avrei vinti almeno 2 o 3. Sto vivendo alla giornata già da un po’ ed escludendo le performance teatrali e danzanti, non sto prendendo impegni, non faccio progetti, non mi pongo troppe domande, non cerco significati profondi o nascosti in quello che succede ogni giorno. Prendo quello che viene e (in)seguo senza forzare quello che mi sento di fare. E’ come se fossi una barchetta sul lago che si lascia trasportare e ogni tanto aggiusta il tiro.

Il problema è che mi piace. Mi piace molto. E’ tutto dannatamente più semplice.

Bene, penserete, dov’è il problema dunque? Il problema sono giorni come questo, dove mi chiedo se posso andare ancora avanti così. Rispetto a prima è tutta un’altra vita ma non so se sono sulla strada giusta. Per arrivare dove poi è un bel mistero. Ma, come dicevo poco fa, non mi pongo troppe domande che mi porterebbero a scervellarmi per ore senza poter arrivare ad una conclusione. Al momento ne ho solo una che mi frulla per la testa e vi assicuro che è più che sufficiente. Passo le giornate ad ignorarla, seppellita tra le tante cose che ho da fare. “Non ora” è la risposta ricorrente per quando si fa sentire di più. Ma prima o poi dovrò farci i conti…non oggi però.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>