Parole

Le parole mi piacciono. Mi piacciono le voci. Le piccole inflessioni che ci caratterizzano. Il movimento delle labbra. I sorrisi tra una frase e l’altra. Le pause. Quando le parole sono giuste, le senti scendere piano piano nello stomaco, calde, lente. Ti lasciano addosso una sensazione di “finito”. Non ci sono dubbi, fraintendimenti, doppi sensi. Le parole giuste saziano anche le menti più contorte (ogni riferimento a me stessa è PURAMENTE casuale). Le parole giuste sono come una carezza sul collo, una cosa che ti fa sentire bene.

Le parole giuste a volte sono difficili da esprimere. Perché ci si focalizza troppo sulla scelta dei termini e dei tempi mentre dovrebbero scivolare leggere come olio sulla pelle.

Le parole giuste sanno anche farti male. Ma mi piace pensare che lo scopo non è mai quello di ferirti realmente ma di metterti nella condizione di riflettere. Di pensare. Una dose di adrenalina per spronarti in un momento di apatia.

Le parole giuste non sono solo parole.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>