Caramelle e neve fresca

Alice ha scritto un libro. Un libro molto bello. Intenso. Un libro che non sono riuscita a leggere tutto d’un fiato come pensavo. Perchè nonostante sia un centinaio di pagine molto ben scritte, è una storia che ti fa riflettere.
Mentre giravo per Parigi, non sono mancati i momenti di relax. Uno dei più bei pomeriggi l’ho passato ai giardini di Place de Voges, sdraiata su un prato con “Caramelle e neve fresca”.
Il libro è composto da mesi in cui la protagonista si svela pian piano dividendosi tra la vita quotidiana e il suo quaderno pieno di frasi bellissime.
Vi riporto la mia preferita. Febbraio 2009.

“Abbracci. Si possono chiudere gli occhi. Quando qualcuno ti stringe puoi decidere di non guardare. Puoi decidere di risparmiare uno dei cinque sensi per lasciare gli altri liberi di creare. Ogni millimetro di pelle scoperta sente, il calore si trasmette, i profumi si mischiano, le gambe si sfregano, i petti si spingono, le braccia si incastrano e i polpastrelli afferrano quella schiena, per farla loro, per sceglierla.”

Alice, il tuo libro è speciale. Ogni capitolo ti lascia davvero qualcosa su cui pensare, su cui sognare, su cui “ballare”. In bocca a Mokona!

Trovate la trama e il libro di Alice qui mentre qui il suo nuovo blog.

3 comments to Caramelle e neve fresca

  • Alice  says:

    Grazie davvero Lisa 🙂

  • Mirka N  says:

    Il tuo post mi è sembrato così sentito e sincero, inoltre mi fa pensare che sia un libro che merita! Lo metto nella mia wishlist 🙂

  • Ly  says:

    @Mirka: bene! :-))))

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>