Musica e cielo

Sono appena uscita dalla doccia. A Zanzibar sono le 00:45 e no, non ho fatto il classico bagno di mezzanotte. Sono stata ad una festa danzante. Non avevo mai partecipato ad una festa sulla spiaggia. Mai. E fino a un quarto d’ora fa ero a piedi nudi che mi muovevo sulla sabbia umida danzando in mezzo ad un colorito gruppo di turisti e gente del posto. E i Masai ovviamente. I Masai che ballano sono uno spettacolo.

Qui c’è molto meno inquinamento e le stelle sembrano quintuplicate rispetto all’Italia. Sembra di galleggiare nel cielo da quanto è bello e luminoso. Non so descriverlo, bisogna vederlo dal vivo, è da lasciarti senza fiato. Meraviglioso e immenso.

Nonostante fossi senza cavaliere (Fabry non si muove nemmeno sotto le minacce dei guerrieri Masai) e sentissi la mancanza di alcune persone che si sarebbero divertite un mondo con me, mi sono sentita così viva e così bene che vorrei passare la notte sulla spiaggia a scrutare il cielo. Però dato che ho mal di gola e domani è l’ultimo giorno di vacanza, sarà il caso di dormire. Domani voglio svegliarmi di nuovo all’alba per assaporare ancora quest’angolo di Africa.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>