La gita

Arrivo a casa e controllo se c’è posta. Bolletta, bolletta (sigh!), pubblicità, lettera del condominio e l’invito per una gita alla Certosa di Pavia.

Un po’ come in Proust, il volantino è stato la mia madeleine. Mi sono ricordata chi miei nonni partecipavano a queste gite in giornata dal prezzo modico e che i volantini di allora avevano praticamente la stessa grafica di oggi.

Partenza presto in bus, tour rapido dei paesi vicini per raccogliere gli altri partecipanti, colazione, dimostrazione dello sponsor che in un’ora cercherà di vendervi la mercanzia dell’intero universo, pranzo completo di bevante, dolce e caffè ed infine pomeriggio libero per la visita, ritorno previsto per le 21:30. Per il modico costo di 16,50 €, potete passare una giornata in una località graziosa e portarvi a casa come omaggio una borsa di alimentari misti (caffè, pasta, sugo…) e un carrello pieghevole o una tovaglia per 6 persone completa di tovaglioli con rifiniture in pizzo!!

Io non ho mai capito l’attrattiva di queste gite ma ricordo che i miei nonni allora spendevano 20.000 lire o poco più e tornavano a casa sempre molto contenti. Stavano un po’ in compagnia degli amici che si aggregavano, vedevano posti nuovi, mangiavano allegramente e si portavano a casa alcuni omaggi. Non credo di averli mai visti tornare con un oggetto comprato alla dimostrazione. Mia nonna non si perdeva di decantare l’utilità di un “affettatore miracoloso” o un “pulisce e splende qualcosa” ma quando chiedevo come mai non lo aveva compravo, sorrideva e diceva che non ne aveva bisogno e così risparmiava per la prossima gita. Nonna astuta.

Insomma, alla fine sono qui a letto che scrivo e con questo volantino sotto il naso che continua a farmi sorridere. Ho questa immagine dei miei nonni che si avviano di buon passo verso la fermata del bus. La nonna con lo scialle, il nonno con il cappellino, i k-way pieghevoli rossi e blu legati in vita (vogliamo parlarne??!), pronti per la gita.
Bello.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>