Tieni gli occhi puntati verso le stelle e i piedi per terra

Qualche giorno fa ho deciso di iscrivermi all’università. Analizzando bene tutte le complessità dello studio+lavoro+casa, avevo deciso di fare il "grande passo". Voglio studiare "qualcosa" che mi piace moltissimo e che non è riconducibile al mio diploma di "ragioniere e perito commerciale", scuole superiori che avevo scelto nell’ipotesi "quando finisco se non ho più voglia di studiare almeno dovrei saper fare un lavoro". Ho trovato la sede della facoltà, mandato una mail di richiesta informazioni,  guardato il piano di studi, controllato le scadenza per le immatricolazione e scaricato bando per l’eventuale borsa di studio. Ho trovato l’importo delle tasse universitarie e mi sono riproposta di tagliare il budget familiare per tirar fuori quei soldi. Ieri sera mi sono arenata davanti all’impossibilità di poter fare questo investimento, perchè è di questo che si tratta: un investimento a lungo termine! Mentre sistemavo i conti di casa con Microsoft Money, riducendo i budget delle cose "non necessariamente indispensabili" sono riuscita a ottenere più o meno l’80% della cifra. Ma i libri? Il trasporto? E se succede un impervisto? Per l’ennesima volta mi sono lasciata trascinare dai miei sogni senza prima fare i conti con la realtà. Spicco il volo ma poco dopo mi accorgo che sono ancorata a terra e finisco con schiantarmi. Dovrei riuscire ad invertire questo "modo di pensare" e ogni volta che capita una cosa come questa me lo ripropongo per la "prossima volta". Invece non è mai così. Il corso a Milano della JC, il corso per fumettisti a Firenze, le vacanze del 2006…c’è sempre un ostacolo insormontabile che non avevo previsto o che avevo ignorato più o meno involontariamente. I Cancerini come me sono sognatori nati, ma è logorante non riuscire ad afferrare nessun sogno per portarlo nella "triste realtà".

Tags:  

4 comments to Tieni gli occhi puntati verso le stelle e i piedi per terra

  • FEOWYN  says:

    prova a controllare…magari hai qualche possibilità,nella mia facoltà c’è un sacco di gente che fa l’università ma che lavora o cose così…cmq nn sei la sola.dopo la facoltà che sto facendo ho un altro paio di progetti in ballo 😉

  • EverStill  says:

    beh ma dipende come vuoi frequentarla l’università…nel senso, puoi studaire apputno sui libri e appunti passati da qualcuno e recarti in sede solo per fare gli esami, poi non so quanto dista la facoltà, cmq informati anche sul tuo posto di lavoro, perchè io ho un amico che fa l’università e quando va a dare esami la ditta gli paga la giornata, perchè incrementa il tuo livello di istruzione…poi cmq non so bene come funziona…spero cmq tu riesca nel tuo intento…buona giornata

  • Lysa206  says:

    Feowyn: Grazie del suggerimento!

  • Lysa206  says:

    Ever: esistono dei permessi speciali per gli esami. Tu porti la “giustificazione” del prof e fino ad un massimo di tot ore hai il permesso pagato.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>