L’abito non fa il monaco

Ok, non sono una persona facile. Chi lo è? Sono inizialmente timida, tremendamente impulsiva e testarda da far invidia ad un ariete. Ma ritengo di avere diversi pregi, se qualcuno si prende la briga di fermarsi un attimo a conoscermi. Tra le varie qualità che possiedo, sono una che diffida dai sentito dire e dalle apparenze. E, grazie al cielo, mi hanno fornito anche un cervello reattivo (non radioattivo eh?)!! Quindi oggi, quando mi hanno detto che non potrò fare una grande carriera se continuo a vestirmi così, mi sono girata un sacco. 
Primo, ho mai detto che voglio fare carriera? Voglio diventare come certi miei colleghi\colleghe che hanno una famiglia che vedono si è no alla notte e forse nel week-end? Una che guarda dall’alto al basso tutti quanti e se ne sbatte delle persone (persone <> da sottoposti)? Una che si vanta in continuazione di quanto è costosa la roba che indossa e che sottolinea sempre e comunque in ogni circostanza la sua posizione. MA ANCHE NO!
Secondo, cosa ha che non va il mio modo di vestire? Non ho un completo da matrimonio ma non sono nemmeno in pigiama. Sono sempre venuta in ufficio pulita (cosa che per altri è un optional), truccata, curata.
A volte ho un dettaglio stravagante, vedi la cravattina di oggi, ma non ho mai messo in imbarazzo nessuno. Ma soprattutto, e ricordiamolo per cortesia, credo che mi abbiano assunta e mi tengano qui perché il risultato del mio lavoro è buono. Perché non sono aria fritta come si dice da noi. Perché anche se sono un esserino strano non mi tiro indietro e cerco di dare il 120% sempre e comunque, persino se sono dopata!
 
Uffa, invece che calmarmi questo post mi ha fatto incaxxare ancora di più…ma passa eh?
 
 
PS: gioiosamente vi annuncio che sabato il mio cuginetto acquisito (cugino di mio marito) si è finalmente sposato con la dolcissima Lucia! Qualche foto sul Flick (niente collegamento perché via mail\cell non è proprio pratico).
 
 
 

Tags:  ,

3 comments to L’abito non fa il monaco

  • Valberici  says:

    Probabilmente si tratta di invidia…non del tuo abbigliamento, ma del tuo bell’aspetto.

    Evidentemente sei più affascinante di chi cerca di esserlo ricorrendo ad abiti “appropriati”. 😉

  • Lypsak  says:

    A certa gente basta ridergli in faccia. Esiste una remotissima speranza che si accorgano da sole di quanto sono ridicole.

    Se non lo fanno, vuol dire non c’è speranza, che i loro neuroni sono incasellati e saldati a piombo in un immenso archivio dati tutto bello ordinato, monotono e sempre uguale.

    Sai che ti dico? Ca$$i loro. (scusa la volgarità!)

  • Lysa206  says:

    @Lypsak: penso che la prossima volta sceglierò la tua tecnica…una bella risata. Magari il neurone solitario che gli gira nel cervello si duplica magicamente… 🙂

    @Val (perchè ormai posso chiamarti Val vero??) : Grazie! Il mio tasso di autostima è decisamente in crescita!

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>