28 Aprile, here we go.

E’ andata. Teatro strapieno, regista contento, attori soddisfatti.

Già mi manca tutto "questo". Ho incontrato persone splendide a cui voglio un sacco di bene, mi sono divertita da morire e ho imparato che adoro il teatro ancora di più di quanto credevo. E’ buffo come continuo a ripetere le mie battute o quelle degli altri attori in giro per casa e anche fuori.Rido da sola. Quando sabato sera ero seduta sul divano con Garry, mentre al di là del sipario si sentiva il brusio del pubblico che attendeva l’inizio, ero convinta di non arrivare alla fine. Avevo il cuore a mille e le farfalle nello stomaco. Quando si è aperto il sipario, si sono accese le luci di scena e il telefono ha cominciato a squillare, volevo scappare. Mi si è gelato il sangue quando sono dovuta entrare in scena in lingerie e autoreggenti. E mi sono sciolta come neve la sole con gli applausi. E ora che è tutto finito…mi sento persa. L’autunno è lontano e devo trovare qualcosa per riempire i miei giovedì sera. Ma come si fa a trovare qualcosa di così…magico? Uffa. Se non altro spero di riuscire a vedere i miei compagni di avventura alle serate organizzate dagli altri corsi di teatro, così sembrerà di essere tornati indietro nel tempo. Porca paletta ma si può? Non l’avevo ancora sperimentata la depressione post spettacolo…

Tags:  

2 comments to 28 Aprile, here we go.

  • ForeverHachiko  says:

    sono strafelicissima per te ! 😉

  • Lysa206  says:

    GRAZIE ALE!

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>