On stage

Non so più che fare. Sono il nervosismo fatto a persona. Non riesco a stare ferma, ripeto le battute ogni due secondi e continuo a pensare “Ok, se c’è un buco qui come lo sistemo? Cosa posso dire? Come continuare?” Penso ai movimenti, alle emozioni che deve trasmettere il personaggio in quel momento, penso a come mi sentirei in quella situazione, cerco di immaginare e provo ad esternarla. Il copione gira nella mia testa come un film.

Insomma, mi sto impegnando un sacco e, a quanto pare, i risultati si vedono.

Ed ora un’unica fondamentale domanda. Venite a vedermi domenica o lunedì?

Tags:  

4 comments to On stage

  • utente anonimo  says:

    Io ci sonooooo! ;D Anna Paola

  • Lypsak  says:

    Magari potessi venire! E’ un po’ lontano… ma con l’anima ci sarò!

    ahhhhh, bella l’ansia da palcoscenico! Fa bene ai neuroni!

  • utente anonimo  says:

    pèultroppo è un momento di punta x me….e uso le serate per studiare 🙁

    però IN BOCCA AL LUPO per tutto quanto 🙂

    =michan=

  • BabiCullen  says:

    mi raccomando, facci sapere tutto!!=)

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>