Terremoto

Postare durante il giorno è sempre più difficile. Oggi, che ne sento particolarmente il bisogno da stamattina, mi sono mandata una mail dall’ufficio sul cellulare e ho copincollato tutto.
Sono due giorni che guardo con orrore le immagini al telegiornale e non posso che sentirmi male e bene allo stesso tempo. Male per tutte quelle persone che sono senza casa, senza le proprie cose e malissimo per tutte quelle che hanno perso i propri cari, gli amici. Vederlo al tg è devastante, non so e non voglio sapere come sarebbe viverlo.
E poi mi sento bene, bene perché nonostante tutte le mie paturnie ho un tetto sopra la testa. Bene perché ho la mia famiglia e il mio furetto vampiro. Bene perché questa notte ho dormito al calduccio nel mio letto.
 
Devo smettere di ricordami quanto sono fortunata solo quando succedono queste catastrofi..

Tags:  

4 comments to Terremoto

  • harlene  says:

    Concordo su tutto…

    Ely 🙁

  • ForeverHachiko  says:

    Che brutta cosa.. e quanta paura.

    Per loro è stata la distruzione.. io continuo a sperare di non sentire più le scosse. Nè per loro, nè per me 🙁

  • Lypsak  says:

    Hai ragione in ogni sillaba.

    Però mi è stato detto da qualcuno di saggio che anche le magagne più piccole, per quanto stupide sembrino di fronte alle vere tragedie, di fatto sono piccole implosioni. Chi è fortunato ad avere un tetto, una famiglia integra e persone care sane e salve si rende conto della differenza, ma il dolore rimane sempre dolore. Un dolore più grande magari aiuta a comprendere la vera portata di quello più futile ma, quando è lì, anche quest’ultimo ti trivella lo stomaco e non è meno vero, duro e reale di quello provato da chi ha tanti più motivi per star male.

    Le tragedie degli altri sono tremende e, oltre a ciò che uno può fare direttamente per dare una mano a chi sta peggio, dovremmo usarle per imparare a dare il giusto peso a ciò che ci fa stare male. Ma è importante anche non sottovalutare le beghe quotidiane perché “ce ne sono tante peggio”… anche quello è un male silenzioso e pericoloso… 🙂

    Qua la terra non trema spesso, ma quando lo fa e la sento mi si gela letteralmente il sangue…

  • Lysa206  says:

    @Lypsak: hai perfettamente ragione. Come sempre ci vuole una via di mezzo.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>