Cari colleghi..

Cari cari colleghi,
con tutto il bene che vi voglio (non a tutti ovviamente…), non posso esimermi dallo staccarvi la testa a morsi per il vostro comportamento.
Solo perché il vostro bagno è momentaneamente fuori uso non siete autorizzati a trasformare la toilette delle signore in un campo di guerra.
Ripassiamo insieme alcune regole basilari:

  • Se non sapete fare centro, sedetevi. E’ a dir poco vomitoso entrare nel bagno dell”ufficio, che è già abbastanza squallido, e trovare un sacco di goccioline sul pavimento. Questa pratica, al contrario delle leggende metropolitane, non rende impotenti e non ci sarà nulla che cercherà di palpapare le vostre chiappotte pelose (anche se a qualcuno potrebbe far piacere).
  • Lo spazzolino per il wc non ha bisogno di essere “squassato” prima dell’uso in stile “ombrello dopo la pioggia”. Il pavimento e il muro non ne traggono alcun giovamento. E io nemmeno.
  • Se finite la carta igienica non è necessario buttare il rotolo di cartone per terra. Se guardate un po’ verso sinistra troverete un cestino. Lo so, è normale non notarlo. D’altronde chi si accorgerebbe mai di un cestino da 40 lt piazzato proprio davanti alla porta d’ingresso?
  • Ed ora una notizia sconvolgente. La carta igienica non si auto rigenera da sola. Non esiste la fatina che la fa apparire sul porta rotoli. La cruda verità e che dovete prendere un rotolo nuovo dall’armadio. Volete un bicchiere d’acqua per riprendervi?
  • Infine, stelline adorate (non tutti ovviamente…), se state facendo pipì in piedi perché siete convinti di potercela fare e qualcuno entra in anticamera, non è necessario che vi giriate ed innaffiate la porta!!! Concentrazione!

Ora, per memorizzarle bene cosa vi fa più comodo? Faccio una stampa su A2 e la incollo in bagno? Un disegno, magari con un pallone da calcio e due donnine nude? Vi servono delle lezioni teorico pratiche o preferite accendere il cervello da soli? Quando avete deciso fatemelo sapere.
 
Cordialità.

6 comments to Cari colleghi..

  • Lypsak  says:

    E’ incredibile quanto riescano a sporcare gli uomini! Meno male che il mio è sufficientemente pigro e desideroso di leggere fumetti che in bagno si mette a sedere anche quando ha fretta. Il problema è che spesso ci sbarba le mezz’ore preso dalla lettura, e io lì ad aspettarlo come una caprona…

  • Michela  says:

    Un consiglio spassionato…rinunciaci e spera che il loro cesso torni operativo il prima possibile.
    Noi lo condividiamo e non ti dico l’indecenza che quotidianamente tocca sopportare ( e adesso abbiamo la donna delle pulizie che passa con una certa regolarità…ho detto tutto)

  • Valberici  says:

    Ma no, secondo me è andata così:
    Il tizio era tranquillamente seduto quando ha sentito un tocco sul posteriore. Sì è alzato di colpo innaffiando tutto il bagno e vedendo un orrendo mostro usscire dal Wc.
    Allora ha impugnato lo spazzolino e ha ingaggiato una tremendissima lotta coll’essere che strisciava fuori dallo scarico.
    Stava soccombendo quando gli è venuta un’ispirazione. Ha preso il rotolo di carta igienica e l’ha gettato nelle fauci del mostro. L’orrenda bestia è rimasta soffocata dalla carta, riuscendo solo a sputare il cilindro di cartoncino, e si è ritirata nuovamente nello scarico.

    😆

    p.s.: ha casa mia ci sono due bagni, forse è per questo che io e mia moglie siamo ancora sposati. 😀

  • Harlene  says:

    …e pensare a tutta la fatica che le maestre della scuola dell’infanzia fanno per educare i piccoli ometti del futuro a comportarsi come si deve in bagno!!!
    Ely 😀

  • Ly  says:

    @Lypsak: ho il ragionevole sospetto che a casa non si comportino così…

    @Michela: mi sa che hai ragione…lunedì chiamo il tecnico io…

    @Val: Non ci avevo pensato! Come sono stata cattiva… (fantastico il mini-racconto!!!! Fantastico!!!)

    @Ely: povere maestre, neanche questa soddisfazione! 😉

  • Alessandra  says:

    Semplicemente fantastico!
    E sono alcuni dei tanti motivi per i quali io non vado mai in bagno in ufficio! E’ più forte di me.. ahahahhaa 🙂

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>