Un’eterna diatriba (post delirante delle ore 19:30)

Dlin Dlon – comunicazione di servizio
Per rendere al meglio, il presente delirante post va letto con un tono di voce stile “fine del mondo”.
Dlin dlon – fine comunicazione di servizio

Dopo una giornata di lavoro a cui non voglio pensare arrivo a casa canticchiando e sono già proiettata alla lezione di teatro che mi aspetta.  Vedo un’immagine su un volantino ed esclamo “Porca paletta!”.

Da decenni la diatriba donna “mamma o manager” è uno dei temi più trattati di ogni giornale. E ci sono affermazioni e pareri di tutti i tipi e per tutti i gusti.

  • Perché se una donna vuole fare carriera è una donna vuota e insensibile.
  • Se vuole fare la casalinga è una che tarpa le ali alla propria libertà e indipendenza. Perché le donne possono e devono fare meglio degli uomini!
  • Se lavora normalmente e ogni tanto sclera allora è  ‘na pazzoide ormonalmente instabile.
  • Se in ufficio veste in modo serio è una fi*a di legno, o al contrario, se è in abiti troppo aderenti e scollati diventa automaticamente una gnocca senza cervello o una …signorina luminosa .
  • In jeans è immatura o rincorre il miraggio dell’eterna giovinezza.
  • Se vuole stare a casa ad accudire i figli, è una donna che umilia la sua condizione e si rende schiava dell’uomo.

E ancora:

Non c’è più una divisione dei ruoli uomo-donna è questo è (a vostra scelta) giusto\sbagliato!

Non si danno più punti di riferimento ai bambini che di conseguenza diventeranno soggetti (a vostra scelta) spaesati \ immaturi \ sociopatici \ mammoni \ strambi \ emo \ obesi \ felici \ normali \ serial killer \ blogger \ ecc ecc.

In televisione (e in alcune campagne elettorali) ci sono solo donne oggetto in abiti discinti senza nemmeno un criceto per cervello! Le bambine non sanno più quali sono i veri valori di un tempo e sono lasciate a loro stesse da mamme  (sempre a vostra scelta) con l’ego troppo sviluppato\servili\incaxxate\belle e dannate\eternamente giovani\sceme\finte\siliconate\sformate\grasse\anoressiche\ ecc ecc.

MA ECCO! Spunta all’orizzonte un giocattolo che le aiuterà a capire. Che “mamma” e “papà” non hanno ruoli predefiniti, che sono persone normali che cercano di coniugare lavoro e famiglia tentando di non sacrificare le proprie ambizioni personali ma al contempo con un forte senso di responsabilità. Insomma, una squadra. Uno per tutti e tutti per uno. Ecco a voi la BARBIE tre moschettieri (con luccicante abito rosa double face, of course)

PS: alla radio ho sentito una dibattito allucinante su come non bisognerebbe stravolgere le fiabe per bambini. Alcune si lamentavano che le protagoniste sono troppo stile “donzella in difficoltà che senza principe azzurro non ce la fa” e altre che è quantomeno romantico indurre a far pensare alle bimbe al grande amore. Personalmente non sono d’accordo su entrambi i fronti. Quando sono arrivata a casa e ho visto sul volantino natalizio della Coop la Barbie in questione e mi sono fatta una risata. Un mezzo pacchetto di banane Haribo ha creato il resto….

4 comments to Un’eterna diatriba (post delirante delle ore 19:30)

  • micchan  says:

    mamma mia… nonci sono più la Barbie di una volta….!!!!!

  • Lypsak  says:

    Guarda che hai perfettamente ragione, è una giungla di informazioni contrastanti!
    Ma infatti io credo fermamente che ognuno debba agire secondo coscienza e portare avanti le proprie scelte nel rispetto delle esigenze proprie e altrui… vuoi fare la donna in carriera? Benissimo, ma ricordati che se metti al mondo dei figli poi non puoi metterli tutto il giorno davanti alla tv, perfetta bambinaia sempre accomodante, e lasciar fare a lei il tuo lavoro (esempio). Vuoi fare la mamma a tempo pieno? Benissimo, ma ricordati che se poi i soldi a fine mese non bastano mai e non ti puoi mai comprare nulla per te non è colpa del tuo compagno che non guadagna abbastanza (altro esempio). E via dicendo. 🙂

  • maio  says:

    a proposito di fiabe, ruoli maschili, ruoli femminili… anche la disney ha le sue colpe:

    http://www.dailyhaha.com/_pics/disney-life-lessons.htm

    nota bene il “bonus round”

  • Ly  says:

    @Micchan: come le mezze stagioni! 🙂

    @Lypsak: come spesso accade, mi togli le parole di bocca. Un abbraccio.

    @Maio: la Barbie era solo un esempio. E’ Il giocattolo per pupattole per eccellenza. Secondo me un po’ di “colpe” vanno spartite equamente!

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>